0 Shares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Shares ×

Il 28 ottobre si festeggia la giornata mondiale dell’animazione promossa per sostenere la promozione mondiale del cinema d’animazione. Cartoon Club, Festival Internazionale del cinema d’animazione e del fumetto di Rimini in collaborazione con Asifa Italia, aderisce all’iniziativa proponendo due giornate di proiezioni con un film di animazione d’autore, “Mià e il Migù” di Jacques- Rémy Girerd, film vincitore dell’oscar Europeo come miglior film di animazione nel 2009. Sono in programma due proiezioni: una al mattino per le scuole e una il pomeriggio per tutti. La proiezione del film sarà arricchita da cortometraggi selezionati da Cartoon Club.
International Animation Day 2011 si terrà al Cinema Tiberio di Rimini il 28 ottobre alle 10.00 per le scuole e il 29 alle 15.30 al costo si 5 € intero e 4 ridotto.

Mià è una bimba di 10 anni che vive in un paese dell’America del sud insieme a 3 vecchiette centenarie che si prendono cura di lei da quando la madre è morta e il padre è partito per lavorare in un cantiere. Una notte Mià si mette in viaggio alla ricerca del padre con il presentimento che gli sia successo qualcosa. Nel viaggio incontrerà i Migù, spiriti della foresta, che la porteranno alla scoperta delle forze e delle meraviglie della natura.

Dopo il successo del primo lungometraggio “La profezia delle ranocchie”, Jacques- Rémy Girerd ritorna con un film dolce e impegnato, lontano da effetti speciali e tridimensionalità: “Mià e il Migù” si caratterizza per il tratto artigianale dei disegni e per un uso dei colori che ricorda la pittura di Van Gogh, Cezanne e Gauguin, da cui il regista riprende il tema della riscoperta della natura. Proprio questo il tema portante del film: il cantiere in cui lavora Pedro si trova al centro della foresta amazzonica, paradiso naturale che Jekhide imprenditore edile senza scrupoli vorrebbe trasformare in un lussuoso complesso alberghiero. A difendere la foresta ci pensano i Migù, personaggi magici incaricati di custodire un albero piantato a rovescio, cuore dell’intero pianeta. Oltre all’ecologista, il film affronta anche il tema delle differenze economiche tra nord e sud del mondo e il difficile rapporto dei figli con genitori troppo presi dalla loro carriera.

Vota questo articolo!

0 Shares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Shares ×

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Guida della Riviera Romagnola
guida-riviera-romagnola
potrebbe interessarti..
Seguici anche sui social!