Varato il piano mare 2008/2009 per Cattolica.
Quest’inverno la spiaggia e il mare di Cattolica saranno al centro di importanti interventi strutturali. Si discute infatti di nuove forme da dare alla spiaggia e di riqualificazione del tratto di mare di fronte alla Regina.

In primo piano, il recupero della balneazione dentro le scogliere, che ormai sono completamente insabbiate. In 3 anni i lavori per la balneazione saranno co-finanziati con 90 000 euro: si lavorerà per ripristinare una profondità di almeno 1,30 metri tra spiaggia e scogliere partendo da 70-80 cm. Le scogliere non verranno toccate perche intervenire sulle scogliere avrebbe un costo enorme, ma almeno si eviterà l’insabbiamento della costa garantendo maggiore sicurezza ai turisti che ora per fare il bagno devono spingersi oltre le scogliere. Per fare questo, sarà necessario scavare.

Saranno poi effettuati studi di rilevamento delle correnti per capire dove la sabbia si accumula di più dove meno per evitare accumuli o insabbiamenti futuri.
Poi, sarà modificata la struttura del pontile: in atto uno studio pubblico-privato per allungare il bar pontile di qualche metro in più verso le scogliere.

Infine, la questione sul litorale della zona Cattolica sud al confine con il nuovo porto per barche da diporto. In quest’area si è formata una piattaforma di sabbia di oltre 1000 mq. Sarà destinata alla balneazione libera con la naturale conformazione di un piccolo golfo per la balneazione. I bagnini stanno pensando di ampliare le loro concessioni grazie a un nuovo accumulo provocato dalla darsena.

Da approfondire anche l’idea di un’area marina per pesca e turisti dove ricreare un piccolo parco marino alla foce del fiume Conca.

Cattolica diventerà il nuovo paradiso di sub e appassionati di ambienti sottomarini?
Staremo a vedere…