Nasce a Cervia una card tutto compreso per i turisti che trascorrono una settimana di vacanza a Cervia: comprenderà soggiorno in hotel, servizio spiaggia, trasferimenti da/per l’aeroporto di Forlì, ingresso ai parchi divertimento della Riviera.

L’iniziativa nasce dal Comune di Cervia che si servirà di CerviaTurismo per metterla in pratica, in collaborazione con gli albergatori e i gestori di stabilimenti balneari che hanno aderito all’iniziativa.
Lo scopo è chiaro: realizzare un maggior coordinamento tra le opportunità del territorio per essere più competitivi sul mercato, rispondere alle richieste dei turisti e, perchè no, esorcizzare la vacanza “mordi e fuggi” in virtù della vacanza settimanale.

La Cervia Open Card in pratica consentirà ai turisti di accedere a tutte le risorse della città integrando l’offerta spiaggia- hotel e transfer dall’aeroporto di Forlì con una serie di opportunità culturali, sportive e ricreative.
Sarà Cervia Turismo a distribuire la card a tutti coloro che acquisteranno una vacanza di almeno una settimana.

La formula era già stata sperimentata lo scorso anno con il “Passepartout” che comprendeva soggiorno in hotel e spiaggia con la possibilità di prenotare l’ombrellone presso lo stabilimento preferito direttamente dall’hotel. Un’idea molto apprezzata dai turisti visto che ha fruttato ben 65 milioni di euro per un totale di 7000 pacchetti venduti alla settimana.

Quest’anno, alla formula gà collaudata, si aggiungono nuovi servizi e una più stretta sinergia tra cooperativa Bagnini e le associazioni degli albergatori Asshotel e Federalberghi.

Non solo, l’offerta turistica cervese si arricchisce anche dal punto di vista tecnologico: entro il 2012 sarà completata l’opera di cablaggio dei 9 km di spiaggia di Cervia e Milano Marittima che porterà la rete internet ad ogni stabilimento balneare grazie a un sistema di fibre ottiche installate cdurante il rifacimento della linea gas- metano e acquedotto. Cervia è la prima città in Italia a realizzare quest’opera che coinvolgerà tutti i  200 stabilimenti della costa cervese consenendo ai vari stabilimenti di proiettare tutte le informazioni turistiche su grandi schermi posti all’interno degli stabilimenti stessi.

La Cervia Open card sembra essere la risposta concreta al bidsogno di fare squadra nel turismo e di unire le forze nella crisi, ma anche una risposta alle esigenze sempre più “all inclusive” dei turisti.
E poi consentirà di passare una settimana senza tirare fuori il portafogli : una bella comodità ma soprattutto un grande risparmio per i turisti.