Piove in tutta Italia, la colonnina di mercurio sembra voler dare il benvenuto all’autunno. Ma noi preferiamo sorridere ripensando alla folle estate appena trascorsa sulle spiagge romagnole. Di cose bizzarre ne sono successe tante, anche quest’anno, dal lancio del telefonino ai tornei di beach padella, dal guinness degli spalmatori di crema a quello del bacio subacqueo più lungo del mondo…

IL LANCIO DEL TELEFONINO

In Riviera è successo anche questo…. il lancio del telefonino! Una nuova “disciplina” sportiva, inaugurata l’8 Agosto di quest’anno, sotto il solleone, nella spiaggia di Bellaria-Igea Marina in un “campo da gioco” di oltre 2000 mq! La gara a chi lanciava più lontano il cellulare ha destato non poca curiosità. Questa competizione è nata in Finlandia nel 2000, paese di grandi fruitori di telefonini, ed è stata importata in Italia dall’imprenditore Massimo Galeazzi di Como, che possiede i diritti del marchio a livello europeo. Quale location per la disputa estiva è stata scelta Bellaria e per l’occasione sono stati utilizzati 300 cellulari con un peso di 66 gr l’uno acquistati ad una asta di beneficenza. Chi ha partecipato alla gara ha detto che questa sfida è molto liberatoria ed i lanci effettuati hanno dato risultati sorprendenti: a Bellaria un turista di 25 anni di nome Pietro ha fatto fare un volo al cellulare di 55 metri e un francese di nome Eric ha sfiorato i 53 metri. Ma sul primo gradino del podio è salito Giovanni, un barese cinquantenne, che è riuscito a lanciare il telefonino a 59 metri. Tutti i lanci sono stati misurati attraverso delle apparecchiature laser. Le gare si sono svolte dalle ore 9.30 alle 19.00 nell’area Polo Est della spiaggia di Bellaria-Igea Marina. L’iscrizione alla competizione era gratuita e tutti hanno potuto cimentarsi nell’impresa. Vi hanno partecipato oltre 2000 persone e vi hanno preso parte arzille ottantenni in vacanza nella riviera romagnola come la signora Rita o piccoli giocatori come Davide di 6 anni.
Il “lancio del telefonino” è una sorta di  reazione agli stress quotidiani, liberazione, istinto, ma anche divertimento e competizione. Da non dimenticare però anche il fine benefico dell’impresa: per il rispetto dell’ambiente i telefonini utilizzati per la competizione vengono riciclati ed i proventi realizzati con la competizione sono stati destinati ai terremotati d’Abruzzo.

CATENA DI SPALMATORI DI CREMA

San Mauro Mare (Fc) è entrato nel guinness dei Primati centrando l’impresa della catena di spalmatori di crema più lunga del mondo, con 1068 persone coinvolte.
Un’impresa singolare, quella che si è svolta sulla spiaggia di San Mauro Mare domenica 9 agosto tra i Bagni Guerrino ed Ermes, ideata da Betobahia (alias Alberto Pazzaglia), autore di diversi tormentoni musicali estivi tra cui appunto la hit di successo “Spalma la crema”.
Sotto lo sguardo del giudice del Guinness World Records di Londra, Carl Faville, si è formata una catena di spalmatori di crema che si sono disposti uno accanto all’altro rivolti verso nord e per 5 minuti hanno spalmato la schiena del vicino con sottofondo la hit di Betobahia.
L’evento è stato sostenuto dal comune di San Mauro Pascoli, sponsorizzato dalla londinese “The European Shoe Machinery Co. Ltd” e trasmesso in diretta dalla webtv EstateTU. Le creme solari sono state offerte dalle profumerie Douglas.
A detta del giudice inglese, il nuovo Guinness sarà difficilissimo da battere: sono stati utilizzati per il record oltre 200 confezioni di crema solare!

ACQUAGYM PIU’ GRANDE DEL MONDO

Questo record che si è tentato di battere il 9 Agosto 2009 nella spiaggia di San Mauro Mare sempre con Betobahia (autore e interprete di “Ciapalagaleina” e “Spalma la crema”) in qualità di coordinatore/istruttore è purtroppo fallito . Infatti il record è ancora detenuto dalla spiaggia di Pattaya in Tailandia – record realizzato il 25 Aprile 2009 con 2047 persone presenti che ballano per dieci minuti nell’acqua davanti ad un istruttore. A San Mauro c’erano infatti “solamente” 1565 persone che hanno valso comunque la conquista del primato italiano sorpassando una nota località sarda che deteneva il record  con i suoi 1270 partecipanti.

CALCIO BALILLA UMANO

A proposito di stranezze sulla sabbia riminese…
Durante le Olimpiadi sulla spiaggia, i Beach Games che si sono svolti dal 29 Luglio al 2 Agosto 2009, al Bagno 26 di Rimini si è svolta una sfida davvero singolare: il calcio balilla umano. Non ha nulla a che vedere con il biliardino classico dei bar. Infatti gli sfidanti erano legati da una grande fune con gli arti lasciati liberi di muoversi per poter colpire la palla, diventando così i calciatori di un grande calcio balilla umano. Visto il successo dell’iniziativa, che ha assicurato divertimento e spettacolo dalla mattina alla sera, sicuramente si replicherà il prossimo anno alle Olimpiadi da spiaggia!

GARA DEL BACIO PIU’ LUNGO DEL MONDO SOTT’ACQUA
IKE – International Kiss Event

La gara si è svolta all’Aquafan di Riccione il 27 Luglio 2009. Il segnale di partenza è stato lanciato dal Sindaco di Riccione, Massimo Pironi, che nell’occasione ha proposto: “Sarebbe bello portare la gara di bacio in apnea, che Aquafan ha lanciato con grande successo qualche anno fa,  alle Olimpiadi, magari come sport dimostrativo…”.
Per il terzo anno consecutivo  Fidel Rios (peruviano) e Claudia Petazzoni hanno conquistato il podio dell’ Ike-Kiss Event, giunto quest’anno alla 7° edizione, con un bacio davvero… mozzafiato: ben 2 minuti e 3 secondi in apnea! Non sufficienti però a battere il record mondiale di 2 minuti e 37 secondi realizzato qualche anno fa al Festival del Fitness di Rimini durante il Tour di Aquafan.
La coppia italo-peruviana ha sbaragliato senza fatica le 31 coppie sfidanti anche se il  bacio più lungo resta ancora quello realizzato qualche anno fa, durante il tour di Aquafan al festival del Fitness di Rimini: 2 minuti e 27 secondi.
La coppia campione (lui 48 anni e lei 42) è sposata da oltre 20 anni ed ha due figlie di 20 e 17 anni. Si sono conosciuti durante il Carnevale di Cento (Ferrara) e non si sono più lasciati.
Fidel e Claudia non sono tanto distanti comunque dal record ed hanno promesso di allenarsi, come già hanno fatto quest’inverno in piscina e con tanti esercizi yoga “Pranayama” particolare tecnica di respirazione, anche se la loro vera grande forza è la passione che li lega da oltre 20 anni!
la medaglia d’argento, invece, è andata alla coppia di Anzola (Bologna) formata da Irene Salvati e Marco Zanasi, mentre Giancarlo e Manuela Esposto, siciliani residenti a Budrio, hanno conquistato il Bronzo.
Il Sindaco ha consegnato il premio ai Campioni un weekend romantico a Riccione.
L’edizione di quest’anno è stata davvero emozionante: 32 coppie in gara provenienti da tutta Italia e due coppie straniere, dall’Ecuador e dalla Francia. Molti sono partiti da Roma, Como, Milano, Salerno, Udine… e anche da L’Aquila come Ilaria di 18 anni che dichiara “il dolore e la sofferenza per il terremoto non sono ancora passati, ma giornate come questa ti fanno ritrovare il sorriso”. Ma a tentare il bacio subacqueo più lungo del mondo sono arrivati anche parecchi: provvede lo staff dell’Aquafan a trovare il partner da “abbinare” per la competizione… anche questo è un modo per rompere il ghiaccio!