L’Autunno è iniziato, il freddo è alle porte, le foglie ingialliscono. L’umore però si risolleva con le sagre autunnali! Continua il nostro viaggio nel gusto tra le sagre in programma nel mese di ottobre in provincia di Rimini, Forli Cesena e Ravenna.

Sagre nel riminese

Partiamo con la 26° Fiera Nazionale del Tartufo bianco pregiato di Sant’Agata Feltria, in programma tutte le domeniche di ottobre.
L’appuntamento è dei più golosi perché prevede la mostra mercato del tartufo e dei suoi derivati con degustazioni gratuite e menu a tema nei ristoranti della zona e negli stand che li rappresentano all’interno della festa, oltre a mercato delle altre prelibatezze come funghi, formaggio di fossa, miele, erbe. Nelle vie del centro anche bancarelle di artigianato e alcuni eventi a tema: convegno sul tartufo (3 ottobre ore 9) al Teatro Mariani (un’occasione per visitarlo, è bellissimo), Gara per i cani da tartufo, spettacoli e mostre.

A Montefiore Conca, un altro appuntamento che si svolge tutte le domeniche di ottobre dal 10: la Sagra della castagna. Un prodotto abbondante nei boschi di questa zona, che esprime al massimo il suo sapore cotta arrosto e accompagnata da un buon vino dolce. Ma assaggiate anche i dolci e i liquori fatti con le castagne.
A Montefiore, il 3 ottobre, anche “Mangiar sano“, con la mostra dei prodotti agroalimentari italiani soprattutto provenienti da coltura biologica.

A Saludecio, invece, vanno in scena le noci: domenica 10 ottobre dalle 10 le vie del centro si popolano di stand e bancarelle dove assaggiare e acquistare la noce tipica della Valconca, raccolta ancora secondo tradizione.
Sapore di mare a Cattolica, invece, dove si svolge la “Fiera del Mare” in programma dal 29 ottobre al 1° novembre.
Rimaniamo in collina.

A Pennabilli il 9 e il 10 ottobre si svolge la manifestazione “Gli antichi frutti d’Italia s’incontrano a Pennabilli“, una festa che è fusione di sapori e di poesia. E’ infatti il poeta Tonino Guerra ad aver ideato l’appuntamento, che ha costruito a Pennabilli l’Orto dei frutti dimenticati. In mostra i prodotti tipici del Montefeltro come formaggio di fossa e castagne di Talamello, ma anche prodotti di altre regioni, uniti in nome della biodiversità.

Appuntamenti in provincia di Forlì Cesena

Spostiamo nel forlivese, in particolare a Portico di Romagna, dove dal 10 ottobre  si svolge la 29° Sagra dei Frutti del sottobosco e dell’artigianato artistico, un evento tutto dedicato alla manualità e all’artigianato creativo, oltre naturalmente ai prodotti del territorio: tartufo, funghi, vino, etc…
Restiamo nel forlivese per fare un salto a Dovadola dove il 17 e il 24 ottobre si tiene la Sagra del Tartufo, con tante specialità a base di tartufo bianco. Anche qui, come a Sant’Agata, è in programma la premiazione dei cercatori di tartufo (il 17 alle 11.30).

Se ci spostiamo a Cusercoli- Civitella di Romana, invece, troviamo la Sagra del Tartufo del Bidente, il 7 e il 14 novembre, con tutti i prodotti tipici del territorio, antichi mestieri, mostre, incontri e spettacoli.
Sagre nel ravennate

A Brisighella c’è la Sagra dell’agnellone e del castrato faentino, il 23 e 24 ottobre con stand gastronomici, convegni ed esposizioni bovine. Restiamo a Brisighella anche il 31 ottobre per la Sagra della Porchetta di mora romagnola… una vera leccornia romagnola!

A San Cassiano di Brisighella il 3, 10 e 17 ottobre c’è la Sagra della Polenta, dove assaggiare questo alimento semplice ma capace di accostarsi a molti prodotti, alcuni molto particolari.
Ad Alfonsive, invece, il 10 ottobre c’è la Festa del vino, accompagnata da musica e balli popolari. Da assaggiare i dolci fatti col mosto.

A Godo di Russi, il 4 ottobre si festeggia il Santo Patrono con una grande festa in centro piena di stand gastronomici.
A Casola Valsenio, infine, appuntamento ormai consolidato con la Festa dei frutti dimenticati, il 16 e 17 ottobre. Gli agricoltori espongono i prodotti dell’alimentazione contadina di un tempo: melograne, castagne, noci, mele e tutti gli altri frutti ormai dimenticati.