Che ci sia il sole o la pioggia poca importa, la movida non di ferma mai. E se il meteo è al momento un grosso punto interrogativo, una certezza c’è: questo week end riaprono i locali del Marano a Riccione, le novità si sprecano. Vediamo allora cosa ci aspetta questa estate a Riccione.

Locali del Marano ai blocchi di partenza: tutto pronto per le inaugurazioni che questo week end consacreranno l’inizio dell’estate per Mojito, Opera, Palma Beach, Hakuna Matata.

Hakuna Matata è il primo locale del Marano che incontriamo venendo da Rimini, lo contraddistinguono classe ed eleganza. Per il 3° anno consecutivo, sotto la guida del direttore artistico Federico Cimaroli, presenta per questa estate 2010 tante sorprese, novità e appuntamenti. Come il gemellaggio con il Pineta Visionnaire di Milano Marittima e il “tavolo esclusivo” dal nome “Rem”. Saranno 2, dotati di Jacuzzi, giardino privato, personale dedicato e cabina dove cambiarsi.

Inaugura questo venerdi anche il Beach Café, con ristorante e  discoteca. Questo locale propone un’estate all’insegna dell’intrattenimento con un programma di ospiti illustri: Jerry Calà arriverà l’11 giugno, seguito da Umberto Samila il 21 maggio e da Lory del Santo il 29, insieme ad Eva Henger e Annalisa Minetti.

L’Opera riapre con Joe Belvedere alla direzione artistica del locale che prende il posto di Marco Geri. Non è l’unica novità: dopo le atmosfere esclusive della scorsa stagione, tema di quest’anno sarà il ritorno allo spirito della spiaggia.

Il Mojito, invece, ha già riaperto i battenti da una settimana: rimodernato, quest’anno propone il venerdi happy hour fino a mezzanotte e musica dal vivo.

Il Paradise Beach cambia nome e diventa Palma  Beach e quest’anno punta tutto sulla ristorazione e presenta il restyling della terrazza.

Quello che invece resta uguale all’anno scorso sono le limitazioni al rumore: tutti i locali hanno l’obbligo di chiudere alle 2.30 e dalle 2 in poi di usare solo musica di sottofondo.

La limitazione emessa dal Comune di Riccione l’anno scorso per tutelare gli alberghi e i residenti, sarà fatta rispettare da un tecnico  di misurazioni fonometriche che il Consorzio dei locali del Marano ha già presentato alle forze dell’ordine e agli albergatori e che interverrà nei casi di segnalazione da parte degli albergatori o dei privati cittadini.