2 giugno 2009. Memorizzate questa data perché vedrete accadere qualcosa di straordinario sulla spiaggia di Riccione.

Maghi, folletti, donne cannone, uomini volanti? Animali parlanti, illusionisti, gara di mongolfiere? No, niente di tutto ciò! Dopo le “cupole” del Marano, un’altra zona di spiaggia si copre per il letargo invernale, ma solo per garantire ai turisti di godersi il mare e le attività di spiaggia stando comodamente al calduccio!

I fatti

Due anni fa la Società A & G di Angelini e Gabellini proprietaria della spiaggia 86-87 di Riccione, adeguandosi al Piano Spiaggia, richiede al Comune il permesso di realizzare un progetto che prevede la copertura della spiaggia e dei servizi correlati. Una settimana fa arriva l’ok dalla Soprintendenza di Ravenna e cominciano i lavori sulla spiaggia, che vedremo nella nuova veste a partire dal 2 giugno prossimo.

Il progetto

Si sviluppa su 80 metri lineari e richiede un investimento di 300 mila euro. Le cabine verranno disposte a ferro di cavallo per favorire la vista del mare, si costruiranno 2 piscine utilizzabili anche d’inverno, una per adulti (12 m x 6) l’altra per bambini (5m x 6), sorgeranno 2 vasche idromassaggio, un’area di beach tennis, beach volley, mini basket e un parco giochi con 2 animatrici. Insomma la descrizione di una spiaggia in piena attività estiva, solo che fuori soffieranno venti gelidi! Ma niente paura, perché una tensostruttura trasparente in pvc, da montare ad ottobre e smontare ad aprile, consentirà ai turisti di godersi il mare anche in inverno.

I tempi

Certo i permessi si sono fatti attendere (2 anni), d’altra parte i tempi burocratici per realizzare progetti non sono mai brevi, indipendentemente dalla qualità del progetto e dal fatto che rilancerà la città sul mercato turistico…e per fortuna che le amministrazioni pubbliche ultimamente predicano la riqualificazione e l’innovazione turistica! Altrimenti chissà quanto avrebbero atteso i nostri 2 imprenditori!
Per fortuna Angelini e Gabellini non hanno perso le speranze (neanche in tempo di crisi) e hanno iniziato subito i lavori, che porteranno dritti dritti all’inaugurazione prevista per il 2 giugno 2009.

A conti fatti, anche il sindaco di Riccione Daniele Imola è soddisfatto del progetto, non resta che aspettare di vedere anche se il buon esempio verrà seguito da altri stabilimenti balneari. Al momento sul tavolo del Comune sarebbero già una decina di progetti simili…speriamo di non dover aspettare altri 2 anni!