Le feste natalizie sono state occasione per molti turisti in vacanza a Rimini per visitare la Domus del Chirurgo, il Museo della città e la mostra allestita a Castel Sismondo.  Il felice coronamento per un 2009 strepitoso che ha visto quasi 90 mila visitatori alla Domus del Chirurgo di piazza Ferrari.

Per la precisione sono stati 85700 i visitatori della Domus del Chirurgo e del Museo della Città nel 2009 con un aumento dell’1,78% rispetto al 2008, primo anno di apertura della Domus. Un risultato importante, se pensiamo che in Italia i musei sono in calo del 9,39%.

Nel 2009 a dare un ulteriore slancio al turismo culturale ci ha pensato anche la mostra a Castel Sismondo “Da Rembrandt a Gauguin  a Picasso”, visitabile fino al prossimo 21 marzo. Grazie agli itinerari ideati da Antonio Paolucci, gran parte dei visitatori della mostra, infatti, non si sono lasciati sfuggire una visita alla Domus del Chirurgo.

Tantissimi i ragazzi e i bambini che hanno dimostrato di apprezzare l’archeologia: ne sono arrivati molti sia insieme alla famiglia sia in gita scolastica e visita d’istruzione. Il 28% dei visitatori del 2009, infatti, avevano meno di 18 anni, per un totale di 23 700, il 29% in più rispetto al 2008. Tra marzo e maggio la media degli studenti in gita scolastica è stata di 3500 ragazzi al mese.

Il Museo della Città sta rinnovando i propri spazi proprio in questo momento: accoglierà presto nuove sale dedicate alla sezione archeologica e un ristorante, la Domus di Bacco, ispirata alle antiche taverne romane la cui inaugurazione è prevista per il 13 gennaio.

Si consolida così la l’essenza di una Rimini città d’arte, ricca di tesori archeologici e di risorse artistiche e monumentali di grande rilievo sul piano internazionale. Negli ultimi 2 anni, del resto, si è investito molto in questo progetto, mettendo in campo iniziative ed eventi culturali come la “Settimana della cultura”, “Passeggiando nel passato”, “Giornate internazionali di studio dedicate a Francesca”, “Festival del mondo antico”.