Dopo le accuse di Aia che, rappresentata dal presidente Patrizia Rinaldis, ieri presumeva irregolarità sui piani di ristrutturazione della ex colonia Novarese a Miramare di Rimini, Giovanni Panciroli, presidente di Rimini terme (che è socio di maggioranza di Coop7) replica con tutta la calma del mondo: tutto si sta svolgendo in modo regolare secondo gli accordi stipulati con il Comune di Rimini un anno fa! Sarà vero?

Innanzitutto, il progetto originario prevedeva un hotel 4 stelle. Al suo posto, sorgerà un hotel 5 stelle. Un cambiamento di programma in effetti c’è stato. Il motivo? Visto che a Rimini sud il grosso degli alberghi è 3 stelle, aumentando di una stella la categoria si riduce la concorrenza e si incontra la domanda di mercato.

E pare infondata l’accusa secondo cui Coop7 penserebbe a costruire solo l’hotel: si provvederà in un secondo tempo alla realizzazione anche del centro estetico, come da progetto originario sulla riqualificazione della Novarese.

Di fatto, tra i lavori per l’hotel e quelli per il centro benessere c’è una differenza di tempi: i lavori per l’hotel di lusso sono più avanti di circa un anno rispetto a quelli per il centro estetico. Cosa che non pregiudica alla fine, il corretto svolgimento dei lavori e il rispetto dei progetti originari. E allora, perché distinguere i tempi di costruzione e dare la precedenza all’hotel? Semplicemente perché, risponde Pancirioli, coi tempi che corrono, è più semplice ottenere due mutui (uno da 10 e l’altro da 25 milioni di euro) piuttosto che uno solo da 35 milioni!

Insomma, a questo punto, qual è la verità? Aveva ragione di preoccuparsi l’Associazione albergatori che ieri puntava il dito contro Coop7 o siamo davanti a un processo alle intenzioni?

Bè, la domanda è stata posta a chi di dovere, ovvero Antonio Gamberini, assessore alla pianificazione territoriale per il Comune di Rimini. Il quale non dirime la questione tra Aia e Coopsette. Il Comune ha approvato la costruzione del polo del benessere e quello sorgerà: un’area di 5000 mq dedicata alla cura della persona!

Come dire: la soluzione del dilemma solo a lavori terminati!