Oggi si celebra in tutta Europa la Giornata della Memoria, istituita nel 2004.
Anche a Rimini sono in programma iniziative, mostre, eventi e incontri per gli studenti delle scuole riminesi e per tutta la cittadinanza.

Oggi alle 17.00 al Museo della Città (sala del Giudizio) si terrà la presentazione del libro “Scintille. Una storia di anime vagabonde” di Gad Lerner, con Laura Fontana responsabile del progetto Educazione alla Memoria con la partecipazione di alcuni studenti riminesi. L’ingresso è libero, per informazioni: tel. 0541 704292

Stamattina alle 9 al Teatro degli Atti di Rimini, invece, i giovani incontrano Cesare Moisè Finzi. Aveva 8 anni nel 1938, quando vennero promulgate le leggi razziali da cui prese avvio la persecuzione degli ebrei italiani. Dopo l’8 settembre 1943 la persecuzione si intensifica: la famiglia Finzi lascia Ferrara e si trasferisce a Ravenna, Gabicce, Cattolica, Morciano, Mondaino e Montefiore. La storia di questa famiglia è raccontata nel libro autobiografico “Qualcuno si è salvato ma niente è stato più come prima” a cura di Lidia Maggioli (Ed. Il Ponte Vecchio, 2006).

Alle 21 al Teatro degli Atti di Rimini va in scena lo spettacolo “La banalità del male” di e con Paola Bigatto ispirato al testo omonimo di Hannah Arendt: il monologo sul momento in cui Hannah Arendt colpita dalle polemiche suscitate dal suo lavoro “La banalità del male” decide di dedicare una lezione del suo corso universitario al caso Eichmann.
Ingresso: 8 euro
Per informazioni, contattare teatro Novelli: tel. 0541 24152

Vi ricordiamo, infine, la mostra “Lacrime, lupi e tragici topi” allestita presso la Galleria dell’Immagine a Palazzo Gambalunga. E’ una rassegna dei fumetti più famosi del mondo che hanno trattato il tema della Shoah. Insolita e interessante, ve la consigliamo.