La Dolce Vita compie 50 anni. A lei Rimini dedica la Notte Rosa e una mostra a Castel Sismondo dal 24 giugno al 25 luglio, visitabile tutti i giorni dalle 18.00 alle 24.00.

La mostra, inaugurata il 24 giugno e allestita nelle stanze del castello, vedrà protagonista il film di Fellini, capolavoro del cinema italiano che racconta uno spaccato dell’Italia negli anni ’60.

Titolo della mostra,  realizzata grazie al contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Rimini, è “La dolce vita raccontata dalla Fondazione Fellini”.

Veniamo ai materiali esposti.

La prima sala contiene immagini che raccontano il regista Federico Fellini sul set di via Veneto ricostruito da Pietro Gherardi al Teatro 5 di Cinecittà. Dagli scatti, emergono le atmosfere di una strada che grazie a Fellini diventa passerella di personaggi bizzarri e curiosi.
La seconda sezione della mostra è dedicata alle donne, di cui compaiono le immagini accanto alle dichiarazioni delle interpreti che sembrano svelare l’alchimia con il regista.
La sezione successiva è dedicata al volume dal titolo “La Dolce Vita raccontata dagli archivi Rizzoli”, una raccolta di giornali con illustrazioni dell’epoca da cui emergono scandali, querelle culturali, aspetti psicologici legati alla realizzazione del film.

I curatori del volume sono Giuseppe Ricci per la Fondazione Fellini e Domenico Monetti per il centro sperimentale di cinematografia. Grazie a un particolare allestimento, emerge un campionario di ritagli giornalistici che rievocano l’epoca del film. Il volume sarà acquistabile al book shop al centro della sala.

La sezione si conclude con un montaggio di filmati e testimonianze d’epoca.
Una parte della mostra, infine, è dedicata a Nino Rota, autore della colonna sonora del film. In esposizione, troverete anche alcuni cimeli tra cui la sceneggiatura originale.