Il Palacongressi di Rimini rispetta i tempi di consegna, anzi anticipa l’inaugurazione a ottobre 2009, appena un mese dopo la fine dei lavori. Tra 11 mesi, Rimini avrà il palacongressi più grande d’Italia!

Certo, anticipare la conclusione dei lavori ha richiesto non poca fatica, dal momento che si sono dovuti allungare i turni di lavoro dei 300 operai sul cantiere e si prevede già di cominciare l’arredamento a giugno, a cantiere ancora aperto.

Imponenti i costi per la realizzazione del Palacongressi, appaltata alla francese Cofathec: si parla di 65 milioni di euro, che salgono a 92 per la realizzazione completa e a 108 milioni di euro comprese le aree messe in campo. Una quota rispettata fino a questo momento, come afferma Lorenzo Cagnoni, Presidente di Riminifiera. Tra fine anno e inizio 2009 saranno consegnate le aree per l’apertura dei nuovi cantieri: tra la costruzione del nuovo ponte, le strade e il sottovia, la viabilità diventerà davvero problematica, purtroppo.

Il nuovo Palacongressi sorgerà su un’area di 38 mila mq di cui 29 mila calpestabili. All’interno, 42 sale e 9300 sedute, di cui 4700 solo nella sala principale.

Il progetto mira al risparmio energetico e al rispetto di soluzioni sostenibili: controllo dell’irraggiamento solare, illuminazione a basso consumo, miglioramento delle prestazioni energetiche degli involucri e degli impianti, gestione responsabile delle risorse idriche, materiali ecologici per il miglioramento di compatibilità ambientale, sicurezza e benessere abitativo.