La Commissione Europea manda in pensione il vecchio sistema di statistica con il calcolo del PIL e propone nuovi indicatori che tengano in maggior considerazione la qualità della vita.

Il Sole 24 Ore con l’aiuto dello Centro Studi Sintesi ha redatto una classica del Benessere utilizzando 8 indicatori della “felicità” molto simile alla formula proposta dal presidente Sarkozy : il BIL cioè il Benessere Interno Lordo anziché il PIL (Prodotto Interno Lordo). Già nel passato i limiti di questo vecchio indicatore macroeconomico erano stati messi in discussione da Robert Kennedy con la frase : “Il Pil misura tutto ….eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta”.
Gli elementi presi in considerazione che hanno permesso di stilare la classica che ampiamente premiato la nostra Provincia, la Romagna e le Marche sono:

  • condizioni di vita materiali
  • salute
  • istruzione
  • attività personale
  • partecipazione alla vita politica
  • rapporti sociali
  • ambiente
  • insicurezza economica e fisica

La provincia di Forli- Cesena è risultata prima, seconda Ravenna mentre Rimini si è piazzata all’ottavo posto. Nelle prime posizioni anche tante province marchigiane. Il risultato è estremamente confortante per il nostro territorio e se il vecchio metodo PIL che valutando solo i dati economici privilegiava fortemente le regioni del Nord e le città come Milano (che finisce al 37° posto secondo la statistica BIL) al top del benessere e della qualità della vita ci sono invece le piccole città di Romagna, Marche e Toscana.