Arriva a Rimini la prima card turistico- culturale che permette di scoprire la città usufruendo di riduzioni e servizi vantaggiosi.
Il grande successo di pubblico registrato dalla mostra organizzata a Rimini lo scorso anno dal titolo “Da Rembrandt a Gauguin a Picasso” che ha visto quasi 200 mila visitatori aggirarsi tra le stanze del castello, è destinato a ripetersi quest’anno con le due mostre organizzate da Marco Goldin e Linea d’Ombra: “Parigi. Gli anni meravigliosi. Impressionismo contro Salon” e “Caravaggio e altri pittori del Seicento”, entrambe in programma dal 23 ottobre 2010 al 27 marzo 2011.

Vi anticipo che in occasione dell’inaugurazione delle mostre, sabato 23 ottobre, sarà organizzata una grande festa con mostre aperte fino alle 2 di notte a ingresso ridotto, concerto e spettacoli.

Rimini si avvia quindi sempre più a diventare una meta culturale importante. Così, sulla scorta delle mostre in programma a Castel Sismondo e prevedendo una partecipazione importante, Rimini offre da quest’anno una possibilità vantaggiosa per visitare la città.

Si chiama Rimini City Card èd è la prima card turistico- culturale della città che vuole garantire ai visitatori un’accoglienza efficiente e offrire l’occasione di scoprire il patrimonio storico e artistico della città.

Rimini City Pass, infatti, costa 5,00 euro e dà diritto all’ingresso gratuito ai Musei Comunali e alla Domus del Chirurgo, a riduzioni per la visita guidata organizzata ogni domenica dal Museo della Città, per gli acquisti al bookshop e per l’ingresso ad altri musei della provincia di Rimini. I possessori della card, inoltre, potranno viaggiare gratis sulla rete del trasporto pubblico urbano per 24 ore.

Il pass si potrà acquistare presso il welcome desk all’interno di Castel Sismondo, aperto negli stessi giorni e con gli stessi orari della mostra, negli uffici Urp di piazza Cavour, negli uffici Iat, presso il Museo della città  nelle biglietterie Tram di viale Dante e della stazione ferroviaria.

L’iniziativa è promossa dal comune di Rimini in collaborazione con Tram Servizi e Rimini Reservation e con il contributo di Fondazione Carim e provincia di Rimini.