Ecologia, solidarietà e responsabilità: questi i nuovi principi della vacanza sulla Riviera Romagnola.

VACANZA ECOLOGICA. Anche quest’anno Legambiente ha selezionato tra le 347 aziende ricettive aderenti all’ecolabel dell’associazione, le 10 strutture meritevoli dell’etichetta ecologica, non solo per aver rispettato gli accordi ma anche aver introdotto innovazioni nell’uso razionale delle risorse naturali e nella tutela dell’ambiente.
Tra le 10 strutture ricettive degne di lode, l’hotel Palos di Viserbella.
Due fondamentalmente i criteri utilizzati per la scelta: la struttura più virtuosa per la propria categoria e le iniziative realizzate nella località con la partecipazione di gruppi di strutture.
I criteri considerati, che vanno dalla raccolta differenziata dei rifiuti all’utilizzo di lampade a basso consumo energetico, vengono verificati da Legambiente Turismo ogni anno da oltre 10 anni: non ci si basa sulle autocertificazioni ma su verifiche dirette.
La premiazione degli alberghi ecologici avverrà durante le tappe di “”vacanze week end”, previste il 7 e 8 febbraio a Brescia , 7 e 8 marzo a Padova e 18-19 aprile a Verona.

VACANZA SOLIDALE. Riviera Romagnola non è più sinonimo soltanto di spiagge e divertimento notturno! Lo dimostra un progetto che vede riunite le associazioni di volontariato della Riviera intorno al primo tavolo della “vacanza solidale”. Scopo dell’iniziativa, riflettere e suscitare riflessioni sul tema della vacanza nei casi di disagio sociale: la Romagna può sciogliersi dallo stereotipo di capitale del divertimento per abbracciare le opportunità della vacanza di solidarietà. Di questi temi si parlerà giovedi 29 gennaio in Sala Archi di piazza Cavour dalle 15 alle 19, nell’incontro dal titolo “Sogni e bisogni: storie, idee, proposte a confronto“. Parteciperanno alla tavola rotonda tutte le associazioni di volontariato della provincia di Rimini, Forlì-Cesena e Ravenna.

VACANZA RESPONSABILE. A Cervia si discute di turismo responsabile in una serie di tre conferenze organizzate dal Centro Interculturale di Cervia in collaborazione con le associazioni “Villaggio Globale” di Ravenna e “T-ERRE” di Faenza. Si tratta di un percorso attraverso viaggi “responsabili”, disancorati cioè dalla pura commercialità turistica a cui ci siamo purtroppo abituati: un modello di turismo attento alle culture e alle popolazioni dei paesi in cui si svolge il viaggio, con attenzione alla sostenibilità e impatto economico positivo sulle popolazioni visitate.

Durante le conferenze, verranno quindi raccontate esperienze di viaggio che si sono svoltio secondo questi principi. Il primo incontro sui terrà il 30 gennaio e avrà come argomento lo Sri Lanka a cura di Davide Bertelli e Miria Cuffiani. Seguirà, il 13 febbraio il Marocco, raccontato da Andrea Benassi e infine, l’Ecuador di Daniele Sacchetti il 27 febbraio.
Tutte le conferenze si svolgono dalle 20.30 alle 22.30 al Centro Interculturale di Cervia (Per info: 338 2196514).