La comunità di San Patrignano, fondata 30 anni fa da Vincenzo Muccioli sulle colline di Rimini, si apre sempre più verso il grande pubblico. Dopo l’apertura del ristorante “Vite“, infatti, inaugura ora lo SPaccio, uno spazio dove sarà possibile acquistare i prodotti realizzati dai ragazzi del centro.

Lo Spaccio: un nome che la dice lunga! Non solo ricorda un po’ la provenienza di questi ragazzi, con un pizzico di autoironia che non guasta mai. Ma contiene in testa le iniziali SP della comunità. E non a caso: tutti gli oggetti che si trovano al suo interno, sono stati realizzati a mano dai giovani di San Patrignano.

Si tratta di un vero e proprio outlet del meglio che i ragazzi producono, dai prodotti enogastronomici (vini, salumi, formaggi, salse, verdure) ai mobili, dall’oggettistica in ceramica, alle tende. Si apre così una nuova epoca, con uno spazio finalmente destinato alla vendita dei prodotti di San Patrignano. Lo SPaccio è collocato all’interno di un’elegante palazzo recentemente ristrutturato, proprio accanto a “Vite”, il ristorante in collina inaugurato quest’estate da dove si gode una vista mozzafiato su tutta la Riviera Romagnola.

All’interno, l’arredamento è realizzato interamente dai ragazzi: il piano terra accoglie la mostra-mercato di tutti i prodotti destinati alla vendita. Il piano superiore, invece, è un soppalco con meravigliosa terrazza panoramica dove trovano posto un ampio ristorante da 120 posti con la pizzeria O’Malomm e una piadineria.

Con SPaccio non si apre solo un nuovo punto vendita ma prosegue il processo di apertura verso l’esterno che sta aprendo sempre più le porte della comunità al pubblico.