Turismo e disabilità: siamo ancora lontani dalla vacanza accessibile a tutti? Purtroppo la sgradevole condizione di dover cambiare destinazione perché l’hotel accessibile prenotato on line non ha nessuno dei requisiti idonei al soggiorno della persona disabile. Ma le cose stanno cambiando.

Per essere idonei al soggiorno di persone disabili, gli hotel per disabili devono disporre di strutture fruibili liberamente perché naturalmente comode: nessun montacarichi e struttura estranea all’hotel, ma un conformazione adatta al soggiorno di disabili e caratteristiche favorevoli. La vicinanza dell’hotel al mare, ad esempio, è una caratteristica fondamentale.

Per quanto riguarda i requisiti tecnici/architettonici, essi possono variare da una struttura all’altra ma in genere si riconducono a: ascensore, scivoli, stanze ampie ed arredate in modo comodo, servizi igienici conformi alle norme di accessibilità, dotati di ingresso ampio….

Un segno importante in tema di accessibilità, viene da Sun, il Salone Internazionale dell’arredamento per esterni, che si è svolto a Rimini Fiera dal 16 al 19 ottobre 2008.
In occasione di un incontro nel contesto di Sun, è stato infatti presentato “Ambilò“, il primo pedalò per disabili. Oltre ai comandi a pedale, Ambilò dispone infatti di comandi manuali, che permettono di mettere in movimento il mezzo anche a persone con disabilità degli arti inferiori. Il dispositivo può essere facilmente rimosso per ristabilire la guida a pedale qualora il pedalò se guidato da una persona normodotate.

Il pedalò per disabili è un ulteriore piccolo passo avanti verso il concetto di fruibilità per tutti della spiaggia.

Ambilò è stato ideato da Stefano Paolicchi, presidente di Handy Superabile.