Che cosa si intende per Turismo responsabile?
E il “turismo attuato secondo principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture“. Questa la definizione fornita dall’ATR Associazione Turismo Responsabile, che dal 1998 opera per promuovere, divulgare e far rispettare i principi del Turismo Responsabile in Italia e all’estero.

Rispetto per le culture e per l’ambiente che si visitano, dunque, sono al centro dell’interesse di chi crede nel turismo responsabile: significa virare da un’ottica di consumo delle risorse, degli usi e costumi e perfino delle persone che si incontrano alla presa di coscienza del popolo che si sta incontrando, perché il viaggio possa essere possibilità di sviluppo e di scambio culturale reciproco.

Obiettivo primario di questo approccio al turismo, è favorire la positiva interazione tra industria del turismo, comunità locali e viaggiatori.
Il Presidente di ATR Maurizio Davolio è intervenuto alla tavola rotonda “Sogni e Bisogni” a Rimini per dare un contributo alla causa del turismo responsabile.
ATR raccoglie le associazioni e le cooperative che si occupano di promuovere queste forme di turismo, opera a livello nazionale e internazionale per l’organizzazione di viaggi responsabili, la divulgazione dei principi del turismo responsabile e la promozione di una cultura in tema di turismo responsabile.

Un turismo che mette al centro di tutto, l’interesse della comunità ospitante è un turismo che si preoccupa delle persone, dove le comunità diventano protagoniste e d è una cosa molto importante, perche spesso l’incontro tra ospitante e ospitato è un rapporto deludente, sciatto, soprattutto quando parliamo di paesi del sud del mondo. Valorizzando il rapporto tra ospitato e ospitante, l’esperienza turistica acquisisce profondità per entrambi, sia il viaggiatore sia la comunità ospitante, cosa che ha sicuramente anche ricadute positive sull’assetto economico e sociale dei paesi coinvolti.

Ma i principi del turismo responsabile sono applicabili anche in Italia: sostenibilità ambientale, equità, responsabilità nei confronti dei residenti sono principi universali che, in Italia, si traducono nel rispetto per l’identità culturale del paese. “L’obiettivo in Italia” afferma Maurizio Davolio “è proporre un turismo che non venga valutato solo come prezzo ma come identità italiana“. Si tratta, insomma, di instaurare un sistema valoriale che qualifichi il più possibile l’offerta turistica.