L’Appennino Tosco Romagnolo è una parte dell’Appennino settentrionale che tocca la Romagna, la Toscana, la Repubblica di San Marino e i territori più a nord di Marche e Umbria.

Il picco più alto è segnato dal Monte Falco (1.658 m s.l.m., al confine tra le province di Forlì-Cesena, Arezzo e Firenze); il punto più a est è il promontorio di Fiorenzuola di Focara, l’estremo sud è segnato da Bocca Serriola (valico nel territorio umbro-marchigiano) mentre il punto più a ovest è il Passo della Futa (provincia di Firenze).

Nel versante romagnolo sono comprese la Valconca e la Valmarecchia, la Valle del Savio e la Valle del Ronco, il Montefeltro e gli Appennini riminese, cesenate, folivese, imolese, faentino. Tra le principali cime ci sono il Monte Fumaiolo (1.408 m), con la sorgente del Tevere, il Sasso di Simone (1.204 m) e Simoncello (1.221 m) e il Monte Carpegna (1.415 m).

Fanno parte dell’Appennino Tosco Romagnolo il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, il Parco naturale regionale del Sasso Simone e Simoncello e il parco regionale della Vena del Gesso Romagnola.

I borghi storici

  • Bagno di Romagna
  • Ridracoli con la sua Diga di Ridracoli
  • Premilcuore
  • Campigna (FC)
  • Santa Sofia (FC)
  • Portico di Romagna (FC)
  • Tredozio (FC)
  • Sarsina (FC)