La Torre Saracena di Bellaria è stata costruita nel XVII secolo per proteggere la costa dagli assalti dei pirati turchi. Al suo interno stazionavano cinque soldati e un comandante; erano loro a fare da guardia e avvisare la popolazione in caso di avvistamenti di pirati nemici. Oggi è uno dei monumenti simbolo della cittadina romagnola, al centro del Festival dei Saraceni, rievocazione storica dello sbarco turco.

Informazioni utili

  IndirizzoVia Torre, 75
  OrariAperto dal primo week end di giugno al primo week end di settembre 20:30 - 23:00. Chiuso il lunedì
  IngressoGratuito
  Visite guidate-
  ParcheggioVia Torre
  AccessibilitàNon accessibile ai disabili
  ContattiTel. 0541.343746 o 0541.343747

Da sapere

  • Tra le diverse funzioni assunte dalla Torre Saracena, la più curiosa è quella di luogo di quarantena per i commercianti che, passando da Bellaria a depositare merci, venivano sospettati di essere contagiosi.
  • Si compone di tre piani collegati da una scala a chiocciola interna.
  • Le vicende dei pirati hanno ispirato il Festival dei Saraceni, manifestazione in costume che rievoca l’epoca della minaccia turca in città. Si svolge tutti gli anni, a fine luglio, nel Porto di Bellaria.

Altre informazioni

All’ultimo piano della Torre Saracena ha sede il Museo delle Conchiglie. La collezione ospita un’interessante serie di conchiglie, scheletri di organismi marini, molluschi, corazze di tartaruga e tanto altro. Gli esemplari arrivano da diversi mari, non solo dall’Adriatico.