Il territorio del Borgo Durbecco (Rione Bianco) di Faenza comincia dopo il Ponte delle Grazie, che collega il borgo alla città. Il centro si identifica con Corso Europa, tratto della romana via Emilia, dal quale si raggiungono i principali luoghi d’interesse, compresa la rinomata Chiesa della Commenda.
Meritano una visita anche: la Chiesa della Santissima Annunziata (‘400), la Chiesa di Sant’Antonio (‘700) e la Porta delle Chiavi, unica porta faentina rimasta in piedi.

Informazioni utili

  IndirizzoArea est del territorio comunale, oltre il fiume Lamone
  IngressoAll'aperto, sempre visitabile
  Visite guidate-
  ParcheggioPosti auto in Corso Europa, parcheggio di fronte alla Chiesa della Commenda
  AccessibilitàAccessibile ai disabili
  ContattiPiazza Fra Saba, 5 - Tel. 0546.634478

Da sapere

  • Borgo Dulbecco è uno dei rioni che partecipano al Palio del Niballo, gara tra cavalieri di diversi rioni, risalente al Medioevo.
  • Il Borgo è molto antico, i primi insediamenti risalgono all’XI secolo.
  • La Chiesa della Commenda è un antico edificio con un bellissimo chiostro e grandi mosaici di scuola romagnola, impiegato per ospitare i pellegrini che si muovevano in direzione della Terra Santa.
  • Il piano superiore della Chiesa della Commenda ospita il museo dedicato alla storia del Rione Bianco.
  • La Porta si chiama “delle chiavi” perché qui, nel 1857, Papa Pio IX ricevette in dono le chiavi della città.

Mappa

credits foto – paliodifaenza.it