Il Museo della Città “Luigi Tonini” di Rimini si trova in centro storico, in un edificio costruito a metà del Settecento, ed è stato utilizzato dal 1797 al 1977 come Ospedale Civile.
Il museo conserva la memoria storica della città e del territorio e si compone di più sezioni: al piano terra si trovano uno spazio permanente dedicato all’artista riminese René Grau e la sala che ospita il Libro dei Sogni disegnato da Federico Fellini, con altri disegni e schizzi contenuti in due volumi originali.
Al primo e al secondo piano c’è la Pinacoteca con opere dal XII al XX secolo, compresi i dipinti della Scuola Riminese del Trecento.
Nei sotterranei si trova la sezione archeologica dove sono esposti reperti sulla città di Rimini, dalla Preistoria al periodo Romano.

Informazioni utili

  Indirizzovia Luigi Tonini, 1
  OrariMar-sab 9:30 - 13 e 16 - 19; dom 10 - 19. Chiuso i lunedì non festivi. Aperto nei periodi festivi (Ferragosto, Natale, Pasqua)
  IngressoA pagamento: intero 7€, ridotto 5€. Gratuito fino a 7 anni, la prima domenica del mese e nelle aperture serali di mercoledì.
  Visite guidateSu prenotazione. Visite guidate per gruppi in lingua italiana e straniera, per un massimo di 25 persone (con supplemento al prezzo del biglietto).
  ParcheggioCon parcometro: Piazza Malatesta (500 m), Parcheggio Tiberio (650), Largo Gramsci (650 m)
  AccessibilitàAccessibile alle persone in carrozzina attraverso l’ingresso laterale posto alla sinistra del palazzo
  Contatti 0541.793851 (Museo); 0541.704421 / 704426 / 704428 - musei@comune.rimini.it

Curiosità

  • Il Museo della Città nasce soltanto nel 1981, una prima parte è stata inagurata nel 1990, la seconda nel 1994
  • Nel giardino del cortile si trova Lapidario romano con iscrizioni dal I sec. a.C. al IV sec. d.C.. Qui si possono celebrare matrimoni civili
  • Nella sezione archeologica sono esposti 150 strumenti chirurgici ritrovati nella vicina Domus del Chirurgo e appartenuti a Eutyches, medico militare vissuto in epoca romana
  • La Sala del Giudizio del Museo ospita un importante affresco del Giudizio Universale. Viene utilizzata per eventi culturali, festival letterari e vari incontri con il pubblico.

Mappa