Le Saline di Cervia o meglio la Riserva naturale Salina di Cervia è un’area protetta, unica dal punto di vista naturalistico. Si trova al confine meridionale del Parco Regionale del Delta del Po e ingloba sia lo stabilimento di produzione industriale del sale sia l’antica Salina Camillone (sezione esterna del Musa- Museo del sale) dove il sale viene ancora estratto in modo tradizionale.
Luogo molto suggestivo, oggi appare come una distesa bianca dove sopravvivono solo piante ed animali che riescono a vivere in condizioni estreme (acqua poco profonda e alta concentrazione di sale).

Informazioni utili

  IndirizzoVia Bova, 61
  OrariLe date di apertura cambiano stagionalmente (www.atlantide.net/amaparco/salina-cervia-info-tariffe/). La salina si può visitare solo su prenotazione
  IngressoA pagamento: il costo varia da un minimo di 3€ a un massimo di 15€, in base al tipo di visita scelta
  Visite guidateIl Centro Visite Salina di Cervia organizza diverse tipologie di visite guidate (www.atlantide.net/amaparco/centro-visite-salina-cervia-gruppi-organizzati)
  ParcheggioVia Bova
  Accessibilità Visite con personale dedicato, su prenotazione. Non è possibile l’accesso sulle imbarcazioni
  ContattiTel. 0544.973040 - salinadicervia@atlantide.net

Da sapere

  • La Salina Camillone è l’ultima di 144 salinette dove si raccoglieva il sale di Cervia. Nel 1959 con l’introduzione del metodo di estrazione industriale, vennero quasi tutte accorpate in grandi vasche di raccolta. Questa è l’unica rimasta aperta, a scopo dimostrativo.
  • Un centinaio di specie di uccelli sostano, nidificano e si cibano in questo ambiente; esemplari come l’airone bianco, il fenicottero e il germano reale.
  • Il Centro Visite Salina di Cervia è punto di accesso al Parco Regionale del Delta del Po.
  • Questo sale arricchisce le acque termali impiegate nelle Terme di Cervia.

Mappa