Collocato in un ex cantiere sulfureo, il Sulphur – Museo Storico Minerario di Perticara è uno dei pochi musei italiani che si occupa di archeologia industriale.
Il percorso museale si snoda tra nozioni relative alla crosta terrestre, curiosità sul lavoro dei minatori e l’estrazione di zolfo, l’esposizione di lampade, attrezzi da lavoro e officine. C’è poi una raccolta di minerali da tutto il mondo, compresa un’area destinata ai materiali fluorescenti, una biblioteca, un archivio con la documentazione tecnica e amministrativa della miniera e delle sale conferenza.

Informazioni utili

  IndirizzoCantiere Certino, via Montevecchio, 20
  Orari15/03-30/06 e 01/09-15/12 sab, dom e festivi 10:00 - 12:30 e 15:00 - 18:00. 01/07-31/08 gio, ven 15:00 - 18:00; sab, dom e festivi 10:00 - 13:00 e 15:00 - 18:00
  IngressoA pagamento: intero 6€, ridotto 4.50€ (bambini tra i 6 e i 14 anni, gruppi di almeno 10 persone), ridotto scuole 4€ (rivolto alle scolaresche)
  Visite guidatePreviste, da concordare
  ParcheggioAdiacente alla struttura
  AccessibilitàAccessibile ai disabili
  ContattiTel. 0541.927576 - info@museosulphur.it

Da sapere

  • Il Museo si trova nella miniera di zolfo più grande d’Europa, a Perticara, frazione di Novafeltria, nel Montefeltro.
  • L’ex miniera è stata, nel 2002, adibita ad esposizione museale conservando intatta l’atmosfera dell’estrazione mineraria e rendendo noto il ruolo che Perticara ha avuto in questo settore economico.
  • La miniera di Perticara venne chiusa nel 1964.

Mappa

credits foto – Archivio fotografico dell’Assessorato al Turismo della Provincia di Rimini