La Basilica di San Vitale di Ravenna è stata voluta da Giuliano Argentario e consacrata nel 548 dall’arcivescovo Massimiliano. È considerato uno dei monumenti paleocristiani più importanti d’Italia, sia per la sua storia sia per la bellezza dei mosaici. A colpire sono gli spazi e le decorazioni: l’altezza, la bellissima cupola con affreschi barocchi, l’abside decorata e il presbiterio. Nella Basilica si sente molto l’influenza orientale (così come in altri monumenti della città) anche se non mancano simboli della tradizione occidentale.

Informazioni utili

  IndirizzoVia Argentario, 22
  OrariEstivo: 01/03- 31/10 tutti i giorni 9:00 - 19:00. Invernale: 01/11- 28/02 tutti i giorni 10:00 - 17:00. Ingresso consentito fino a 15 minuti prima degli orari di chiusura; non consentito in orario di svolgimento delle celebrazioni liturgiche. Chiuso il 25 dicembre e il 1 gennaio
  IngressoA pagamento: intero 9.50€, ridotto 8.50€
  Visite guidate-
  ParcheggioZona a traffico limitato, parcheggio a pagamento in Piazza Baracca e Largo Giustiniano
  AccessibilitàPercorsi alternativi per disabili
  ContattiTel. 800.303.999 - info@ravennamosaici.it

Da sapere

  • La cupola – che ricopre l’intera pianta ottagonale – è sorretta da 8 pilastri e numerosi archi.
  • Su un lato del pavimento del presbiterio, davanti all’altare, è disegnato un labirinto; un insieme di frecce conduce verso il centro della Basilica.
  • Il labirinto sul pavimento era considerato come un percorso di rinascita dal peccato, chi riusciva a superarlo veniva purificato.
  • Il biglietto è cumulativo e comprende l’ingresso a: Basilica di San Vitale, Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, Museo e Cappella Arcivescovile, Battistero Neoniano e Mausoleo di Galla Placidia (per quest’ultimo: supplemento di 2€ dal 1 marzo al 15 giugno). Ingresso gratuito per i bambini sino ai 10 anni.

Mappa