Porta Montanara era l’ingresso sud della Rimini romana. È l’unico esempio dell’Italia settentrionale di porta urbica di età selliana. La porta si componeva di più blocchi lapidei di colore giallastro, arrivando ad una larghezza complessiva di 12.5 metri e una profondità di 2.20 metri. Il monumento è stato danneggiato dai bombardamenti del 1943, oggi ne rimane solo una parte.

Informazioni utili

  IndirizzoVia Garbaldi
  IngressoAll'aperto, sempre visitabile
  Visite guidateOrganizzate dallo IAT Rimini
  ParcheggioVia Bastioni Meridionali posti gratuiti, Piazza Malatesta a pagamento
  AccessibilitàAccessibile ai disabili
  ContattiIat Rimini - Tel. 0541.51441 - info@riminireservation.it

Da sapere

  • È il monumento romano che ha subito i maggiori danni durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, nonostante fosse stata (questa come altri) protetta con dei sacchi di sabbia.
  • Nel 1949, a guerra finita, il Ministero stabilì che la porta non avesse valore monumentale e ne ordinò lo smantellamento. Venne ricostruita nel cortile della Diocesi di Rimini.
  • Nel 2003 venne ricollocata nella sua posizione originale, all’estremità del Cardine Massimo della vecchia città romana.

Mappa

credits foto – Photo Emilia Romagna – Open Data Monuments – Diego Bagli