Porta Montanara era l’ingresso sud della Rimini romana. È l’unico esempio dell’Italia settentrionale di porta urbica di età selliana. La porta si componeva di più blocchi lapidei di colore giallastro, arrivando ad una larghezza complessiva di 12.5 metri e una profondità di 2.20 metri. Il monumento è stato danneggiato dai bombardamenti del 1943, oggi ne rimane solo una parte.

Informazioni utili

  IndirizzoVia Garbaldi
  Orari-
  IngressoAll'aperto, sempre visitabile
  Visite guidateOrganizzate dallo IAT Rimini
  ParcheggioVia Bastioni Meridionali posti gratuiti, Piazza Malatesta a pagamento
  AccessibilitàAccessibile ai disabili
  ContattiIat Rimini - Tel. 0541.51441 - info@riminireservation.it

Da sapere

  • È il monumento romano che ha subito i maggiori danni durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, nonostante fosse stata (questa come altri) protetta con dei sacchi di sabbia.
  • Nel 1949, a guerra finita, il Ministero stabilì che la porta non avesse valore monumentale e ne ordinò lo smantellamento. Venne ricostruita nel cortile della Diocesi di Rimini.
  • Nel 2003 venne ricollocata nella sua posizione originale, all’estremità del Cardine Massimo della vecchia città romana.

Mappa

credits foto – http://photo.aptservizi.com/ – Photo Emilia Romagna – Open Data Monuments – Diego Bagli